LA MIA VISIONE

COS’È HEALING THE TIMELINE ©

Healing the Timeline© è un percorso strutturato per sanare la tua linea del tempo. Per prima cosa, è importante chiarirne il senso: dal mio punto di vista di Counselor, “sanare” non significa “guarire” in senso medico o psicoterapeutico, attività che lasciamo ai professionisti dei rispettivi settori, ma indica un elemento non meno importante in vista dell’obiettivo del nostro benessere generale che è il cambio della percezione, la pulizia della visione, la consapevolezza.

La linea del tempo non è solo il nostro percorso di vita dalla nascita o dal concepimento, ma anche la storia della nostra famiglia, del sistema o campo da cui proveniamo e da cui abbiamo ricevuto delle eredità. Lungo questa linea si sono verificate esperienze che si sono trasformate in traumi perché non sono state affrontate e completamente integrate. In un certo modo, è come se una parte della nostra energia fosse bloccata inconsciamente al momento di quell’evento e non potesse essere a disposizione della nostra creatività e vitalità nel qui e ora. Questo non si verifica solo con le esperienze personali, perché ereditiamo anche gli effetti di quelle non elaborate dai nostri antenati: da un punto di vista transgenerazionale, è stato verificato che i livelli di stress per un’esperienza non metabolizzata e integrata sono spesso più alti nei discendenti che non in coloro che l’hanno vissuta. Per usare una metafora, è come se parti di noi fossero rimaste bloccate nella “linea del tempo”, in determinati momenti del nostro passato e del passato familiare, lasciandoci incompleti e frammentati.

Healing the Timeline© è un percorso originale di Counseling sistemico e di trauma healing che lavora sulla consapevolezza a partire dalla coscienza dalle sensazioni del corpo per andare a portare un nuovo sguardo che ci permetta di completare le esperienze rimaste incomplete nella nostra storia e nel nostro albero genealogico. Partiamo dal qui e ora, da ciò che c’è nel momento per andare a cercare, attraverso la traccia delle sensazioni sottili del corpo, i traumi individuali e transgenerazionali e portare nuova luce sulla nostra percezione. Il trauma non è nell’evento, ma in come l’abbiamo registrato e in come la nostra memoria continua a rinforzare una percezione distorta. Sappiamo che circa 80% delle informazioni giungono al cervello dal corpo e dai sensi mentre solo il 20% compie il percorso opposto: gli studi decennali di Peter Levine confermano che usare solo approcci cognitivi top-down non è sufficiente a superare un trauma. Quindi è principalmente con il cervello rettiliano e con la consapevolezza delle sensazioni del corpo che andiamo a lavorare per scaricare il sistema nervoso dall’energia bloccata che è il trauma dal punto di vista fisiologico.

Healing the Timeline© è un percorso sulla percezione per comprendere che i traumi sono frutto di una distorsione della realtà e rappresentano una forma di lealtà inconscia all’identità e alla storia familiare che ci siamo costruiti nel tempo, a protezione del nostro Sé minacciato. Con un approccio di decodifica dinamica della propria storia, inscindibilmente inserita nel campo del proprio genogramma andiamo a integrare sia i traumi individuali sia quelli sistemici, in un percorso di consapevolezza diverso da persona a persona, ma strutturato in quattro tappe ben definite. Insieme impareremo innanzitutto come fare luce e focalizzare il reale intento con cui vuoi affrontare il lavoro; utilizzeremo specifici strumenti per condurre la corretta raccolta delle informazioni utili, evitando quelle che rafforzano i traumi e ti distolgono dal momento; rinforzeremo le tue nuove percezioni consapevoli con esercizi d’integrazione e rispecchiamento; arriveremo all’obiettivo che permea tutto il nostro lavoro, quello di rinforzare il tuo potere personale (agency) e accrescere la tua fiducia nella capacità di autoregolazione profonda del tuo sistema.

La mia visione include una salda convinzione nel senso profondo dell’esperienza umana, nella missione unica di cui ogni singolo essere umano è portatore: il progetto-senso assume un aspetto più chiaro quando andiamo a decodificare i sistemi e i campi di cui siamo parte e che ci permeano, a cominciare dalla nostra famiglia, e li puliamo dalle percezioni distorte e traumatiche.

L’obiettivo principale è il benessere e il recupero dell’intensità della vita,
sotto forma di gioia, di relazioni e scelte appaganti, di creatività.
L’obiettivo ultimo è aiutarti ad accrescere la consapevolezza, a recuperare
il tuo potere personale sulla tua storia.

SU DI ME

Provengo da una formazione universitaria umanistica e da studi di psicologia. La prima parte della mia formazione ha approfondito tematiche linguistiche e educative (Laurea in Lettere, diplomi di specializzazione in Inglese, Portoghese, Spagnolo e Arabo). Professionalmente, ho subito rivolto il mio interesse al dialogo interculturale e alle relazioni internazionali, dopo un Master presso la SIOI e corsi di comunicazione presso le NU.

Successivamente ho voluto dedicarmi a comprendere gli aspetti interpersonali delle relazioni umane e sono diventata Counsellor sistemico, approfondendo la psicogenealogia umanistica e lo studio del genogramma e formandomi come terapista di Costellazioni Familiari con Svagito Liebermeister in Spagna.

Mi sono diplomata come professional di Somatic Experiencing© con Diane Poole Heller, Ariel Giarretto, Doris Rothbauer, Berns Galloway e altri docenti della Scuola SE di Peter Levine. Mi sono quindi specializzata in traumi evolutivi con Laurence Heller e il suo NeuroAffective Relational Model (NARM)© e, dopo la formazione biennale, sono stata scelta come Assistente per la formazione NARM© in Italia, realizzata da Manfred Fett e dallo stesso Laurence Heller. Attualmente sono anche Assistente nelle Formazioni di Somatic Experiencing© in Italia e in Romania.

Negli ultimi dieci anni, tra le terapie body-focused a cui mi sono dedicata, annovero anche il Rebirthing, il lavoro con il respiro appreso con Patrice Ellequain, Beatriz Santos e Yuliana Arbelaez Cardona. Sono anche terapista di Star Sapphire Male/Female Energywork, formata con Sagarpriya DeLong. Applico efficacemente al mio lavoro le comprensioni derivanti dalla pratica del Tai Chi e della meditazione.

Dalla mia lunga esperienza ho sviluppato un approccio personale per lavorare con i traumi sistemici e transgenerazionali, sia in sessioni individuali, sia in gruppo: Healing the Timeline© è una sintesi del lavoro fatto su di me e delle competenze apprese sinora, ma anche un processo in divenire che cresce ad ogni esperienza aggiuntiva. La sua struttura deve infinita gratitudine al percorso di Gestalt che seguo con Claudio Naranjo e con i suoi terapeuti, come crescita personale e come pratica professionale.

Sono inoltre impegnata attivamente a livello internazionale in percorsi di ricerca e divulgazione di nuove forme di educazione per promuovere la crescita individuale psico-spirituale (programma SAT di Claudio Naranjo, Educação aos Valores Humanos in Brasile, Non-Violent Communication). Ho fondato il Progetto NuovoSguardo© (in Brasile, NovOlhar©), libera piattaforma di studio e di confronto tra terapeuti, counselor, educatori e ricercatori che vuole dibattere e proporre nuovi approcci al Sé.